Un Primer di ottimizzazione per i motori di ricerca

0
867
seo, internet, marketing
Photo by Nikin on Pixabay

Questo articolo fornisce un’introduzione all’ottimizzazione dei motori di ricerca (SEO), ed è stato scritto per coloro che stanno considerando di ottimizzare (o di aver ottimizzato) i propri siti web. Tratto concetti come contenuti ricchi, parole chiave, meta-tag, tecniche SEO, e Fact e Fiction. Utilizzate questo documento per avere una discussione intelligente sul SEO con il vostro progettista e creatore di siti web.

Un Primer per l’Ottimizzazione dei Motori di Ricerca descrive per il profano i vari metodi e requisiti per rendere un sito Web “amichevole per i motori di ricerca”.

seo, internet, marketing
Photo by Nikin on Pixabay

Che senso ha spendere tempo e denaro per costruire un sito web se nessuno riesce a trovarlo facendo una semplice ricerca con Google, Yahoo!, MSN o qualsiasi altro motore di ricerca?

Con le ricerche su Internet che sostituiscono rapidamente i metodi tradizionali di localizzazione di prodotti e servizi (come le Pagine Gialle), le aziende oggi devono garantire che la loro facciata del negozio Web sia il più visibile possibile ai potenziali clienti o utenti.

Continuate a leggere per scoprire come potete fare in modo che il vostro sito web sia ottimizzato per i motori di ricerca di oggi!

Una definizione

L’ottimizzazione dei motori di ricerca (SEO) è un argomento complesso con una definizione abbastanza semplice: Il SEO è la scienza e l’arte di progettare un sito web e i suoi contenuti in modo tale da dare ad ogni pagina del sito web le migliori possibilità di essere elencata e classificata dai motori di ricerca. Lo descrivo sia come scienza che come arte.

La scienza della SEO

Come una scienza, le tecniche di progettazione specifiche e conosciute possono essere utilizzate (o meno) dai web designer per migliorare la capacità di un motore di ricerca di “leggere” il contenuto di un sito web e delle sue pagine. Siti Web meravigliosi e complessi possono essere facilmente creati senza l’utilizzo di tecniche SEO, o utilizzando tecniche che interferiscono direttamente con la capacità di un motore di ricerca di “leggere” il contenuto di un sito. Se volete determinare se il vostro sito web ha una possibilità di essere altamente elencato da un motore di ricerca, dovete essere consapevoli di queste tecniche conosciute e non misteriose.

L’arte del SEO

Come un’arte, le tecniche scientifiche devono essere utilizzate in riferimento allo scopo, al pubblico, al messaggio, all’estetica e ai contenuti di un sito web. Il “look and feel” di un sito web può essere critico, e talvolta è necessario trovare un equilibrio tra le qualità artistiche del sito e la sua aderenza ai requisiti dei motori di ricerca. Molti elementi di design “artistico” interferiscono o proibiscono la lettura di un sito da parte di un motore di ricerca. Ad esempio, un popolare elemento di design utilizzato oggi, i filmati Flash, è invisibile ai motori di ricerca. Se il vostro sito Web viene creato con Flash, potete scordarvi di farvi notare dai motori di ricerca per la semplice ragione che Flash non è un contenuto testuale, e i motori di ricerca si nutrono di contenuti, non di grafica, fotografie o filmati Flash. È importante sapere che qualsiasi parola contenuta all’interno di un movimento, fotografia o grafica Flash è invisibile ai motori di ricerca. Solo perché si possono vedere le parole visualizzate sul vostro sito web non significa che un motore di ricerca possa farlo.

Il filmato che funge da banner del mio sito web è un buon esempio di “parole invisibili”. Anche se il visitatore del sito vede nel banner quanto segue,

SEO SOS
Servizi per i media
******
Sviluppo del sito web
Scrittura tecnica
Vendite e Marketing Collaterale
 

il motore di ricerca non vede nessuna di queste parole. Perché? Perché le parole sono in realtà parte di un filmato. Se si guarda il codice della pagina web sottostante, non si trova questa particolare raccolta di parole; si trova solo un riferimento al filmato Flash che proietta le parole sullo schermo del filmato Flash. È la proiezione delle parole che è visibile a voi e a me. Poiché i motori di ricerca non sono in grado di vedere cosa contengono i filmati, i grafici o le fotografie, tutte le parole in essi contenute sono invisibili. Questa è una lezione importante da imparare e da capire.

L’importanza del contenuto testuale

Il contenuto testuale ricco, pertinente e pertinente è carne rossa per un motore di ricerca. Punto. Se il vostro sito web non contiene un testo valido e solido che descriva i vostri prodotti, servizi o offerte, allora la vostra speranza di ricevere un’alta quotazione naturale – per i termini di ricerca importanti – all’interno dei motori di ricerca più importanti è nulla. Il contenuto testuale è la base su cui devono basarsi tutte le altre tecniche di Web design se volete avere una buona possibilità di essere naturalmente quotati in alto dai motori di ricerca come Google, Yahoo! o MSN. Questo a meno che non si voglia pagare per gli annunci a pagina 1 o pagina 2 attraverso annunci o sponsorizzazioni potenzialmente costose a pagamento.

Contenuto testuale definito

Permettetemi di essere chiaro su cosa intendo per contenuto testuale. Per contenuto testuale si intendono lettere, parole, frasi, frasi, frasi e paragrafi che possono essere “letti” dal programma robot di un motore di ricerca chiamato “ragno”. È lo spider del motore di ricerca che “legge” le vostre pagine web. Se lo spider non può vedere qualcosa, non esiste per quanto riguarda il motore di ricerca. Il testo leggibile dal motore di ricerca può non essere visibile per voi, ma è visibile ai motori di ricerca se il testo è incluso come parte del codice di base della pagina web. Per saperne di più in seguito.

Gli spider dei motori di ricerca non “vedono” ciò che si vede quando si visualizza un sito web. Si possono vedere belle immagini, grafica, testi, filmati e animazioni. Il ragno può vedere – niente! – almeno niente che possa cercare e indicizzare.

I motori di ricerca vedono il codice speciale dietro il sito web, non quello che viene visualizzato nella finestra del browser. Per vedere cosa vede un motore di ricerca, visualizza il tuo sito web preferito. Poi, con il mouse, eseguite un “click destro” sulla pagina del sito web per aprire un menu. Se usate Internet Explorer, cercate “View Source” nel menu e cliccate su di esso (per Netscape, cercate “View Page Source”). (Se non vedete “View Source” come una delle opzioni del menu, cliccate di nuovo su un’altra parte del sito Web. State lontani da menu, filmati flash, grafici, foto e simili). La finestra risultante mostra ciò che vede il motore di ricerca, che, naturalmente, a voi e a me sembra un mucchio di codice.

Come fare in modo che i contenuti testuali funzionino per voi

Il modo migliore per assicurarsi che i contenuti testuali siano utilizzabili dai motori di ricerca è concentrarsi sull’uso efficace delle parole chiave o delle frasi chiave all’interno di un testo ben scritto. Una parola chiave o frase è qualsiasi testo leggibile dai motori di ricerca che indichi il focus o gli argomenti trattati da una pagina Web. Le parole chiave e le frasi funzionano meglio quando vengono ripetute più volte in modi diversi su una pagina. Ad esempio, la parola chiave “doo-hickie” può essere ripetuta in più punti diversi all’interno del codice della pagina sottostante:

  • Nome del dominio. Idealmente, il nome di dominio del vostro sito Web dovrebbe contenere la vostra parola chiave più importante. Ad esempio, se siete nel business della vendita di doo-hickies, un ottimo nome di dominio sarebbe “www.doo-hickies.com”. Purtroppo, la maggior parte delle parole chiave sono già impiegate nel nome di dominio di qualcun altro. Se possibile, utilizzate la parola chiave o la frase più critica nel vostro nome di dominio. Se ciò non è possibile, vedi i nomi URL, qui sotto.
  • Meta-tag “Titolo”. Es.: “I Doo-Hickies sono la nostra specialità su We-Sell-Stuff.com”.
  • Meta-tag “Descrizione”. Es.: “Se i Doo-Hickies sono la vostra passione come lo sono la nostra, qui troverete una selezione completa di Doo-Hickies. Contattateci per ulteriori informazioni sui Doo-Hickies”.
  • Meta-tag “Parole chiave”. Anche se Google non presta molta attenzione alle parole chiave in questo meta-tag, Yahoo! e MSN lo usano per identificare le parole chiave da indicizzare. Utilizzate le variazioni della parola chiave per rappresentare i diversi modi in cui qualcuno può cercare informazioni su di essa. Per esempio: “Doo-Hickies, Doo-Hickie, Doo-Hicky, accessori, testimonianze”. Tuttavia, le parole chiave o le frasi all’interno di questo meta-tag dovrebbero essere presenti anche all’interno del testo ricercabile della pagina. Le parole chiave all’interno del meta-tag che non sono effettivamente presenti nella pagina possono servire a penalizzare l’inserimento del sito web.
  • Nomi URL. Gli URL di pagina che contengono una parola chiave o una frase sono valutati più alti degli URL che non lo sono. Se non potete usare una parola chiave nel vostro nome a dominio, potete includerla all’interno dell’URL: “http://www.we-sell-stuff.com/html/doo-hickies.html” è valutato più alto per la frase chiave “doo-hickies” rispetto all’URL “http://www.we-sell-stuff.com/html/doohick.html”.
  • tag “ALT” (per grafica e foto). Es.: “Vendiamo una varietà di Doo-Hickies e accessori”. Il testo “ALT” è sempre visibile al motore di ricerca, ma viene visualizzato al visitatore del web solo quando il mouse viene spostato sulla grafica o sulla foto per la quale è stato creato il testo “ALT”.
  • “H1,” “H2,” ecc. I motori di ricerca prestano maggiore attenzione al testo che viene sottolineato con il titolo, il grassetto “B”, la sottolineatura “U”, o il corsivo “I”. Un titolo “H1” può essere simile a questo su una pagina web:
  • accessori per i biberon: Il motore di ricerca vedrà qualcosa del genere: “H1″Accessori per i biberon”/H1”.
  • Collegamenti. I motori di ricerca valutano il testo contenuto nei link come più importante del testo normale. Per i motori di ricerca, l’esempio A qui sotto è più importante dell’esempio B, anche se entrambi contengono le stesse parole chiave e puntano alla stessa pagina Web
  • Testo reale, non testo grafico. Il testo reale è qualsiasi testo che può essere letto da un motore di ricerca perché il testo è contenuto all’interno del codice della pagina web sottostante. Il testo grafico è qualsiasi testo contenuto all’interno di un’immagine, un grafico o un filmato Flash, e non è effettivamente presente all’interno del codice della pagina Web sottostante. Le parole chiave contenute all’interno di frasi, paragrafi o elenchi ben scritti e contestualmente appropriati vengono premiati dai motori di ricerca con valutazioni più elevate.
  • Pagina di collocamento. Le parole chiave si posizionano più in alto nella velocità della pagina rispetto alle parole chiave sepolte nel testo più in basso nella pagina.

Come fare in modo che le parole chiave non funzionino per voi

L’uso di parole chiave su una pagina deve essere naturale ma mirato, non forzato o esagerato. La vostra pagina Web non dovrebbe ricorrere a “trucchi” per inserire parole chiave nel testo leggibile dal motore di ricerca della pagina Web. Ecco alcuni modi garantiti per essere penalizzati, vietati o ignorati dai motori di ricerca:

  • Inserisci parole chiave nella tua pagina. Su alcune pagine Web vedrete alcuni lavori ripetuti più e più volte, supponendo che questo costringa un motore di ricerca a dare alla parola chiave un valore più alto. In realtà accade il contrario. I motori di ricerca identificano l’uso eccessivo di parole chiave come “spamming” e possono effettivamente bandire il vostro sito web dal loro indice per questa pratica.
  • Usa parole chiave invisibili. Le parole chiave invisibili sono invisibili solo per voi, non per il motore di ricerca. I creatori di siti web possono rendere le parole invisibili semplicemente rendendole dello stesso colore dello sfondo. Se il codice sottostante di una pagina Web contiene parole chiave invisibili, sarà penalizzato, o addirittura bandito, dai motori di ricerca.
  • Usa font estremamente piccoli. Se il vostro creatore Web utilizza un font estremamente piccolo (meno di 6pt) per nascondere le parole chiave, i motori di ricerca potrebbero penalizzare il vostro sito.
  • Usa parole chiave nel tuo meta-tag che non sono effettivamente sulla pagina. I motori di ricerca che utilizzano ancora il meta-tag si aspettano di trovare le parole chiave all’interno del testo leggibile sulla pagina stessa. Se non lo fanno, possono penalizzare o vietare il vostro sito web.
  • Usa parole chiave grafiche. Le parole chiave grafiche sono parole contenute in un grafico, una fotografia o un filmato Flash. Possono sembrarvi belle, ma i motori di ricerca non ci fanno caso.

Altre considerazioni per migliorare gli elenchi dei motori di ricerca

Anche se “il contenuto è il re” quando si tratta di ottimizzazione dei motori di ricerca, i costruttori di siti web possono utilizzare altre tecniche per migliorare gli annunci sui motori di ricerca. Ecco un campione di cose che possono essere fatte o che dovrebbero essere evitate:

Fare queste cose

  • Robots.txt. Includere questo file nella directory principale. Può contenere istruzioni per i robot dei motori di ricerca riguardo a quali directory e file deve spider.
  • Sitemaps. Crea una Sitemap. Si può creare una pagina Sitemap.html che contiene link ad ogni pagina Web che deve essere spidocchiata. Se nella Home page viene creato un link alla pagina Sitemap.html, lo spider seguirà il link alla pagina Sitemap.html dove, a sua volta, seguirà tutti i link della pagina Sitemap.html. Questo aiuta i ragni dei motori di ricerca a sapere quali pagine Web indicizzare.
  • Google Sitemap e file di convalida. Creare un file Google Sitemap.xml e un file di convalida. Questi file si trovano anche nella directory principale. Google consente di creare una Sitemap speciale che è particolare per i robot Google. Il file Sitemap.xml richiede un formato specifico di Google per funzionare, e costringe Google a spider tutte le pagine Web contenute nel file Sitemap.xml. Affinché questo funzioni, Google richiede anche la creazione di un file di convalida.
  • File info.txt. Create questo file e inseritelo nella directory principale del vostro sito web. Alcuni motori di ricerca utilizzano un file info.txt che contiene informazioni appositamente formattate sul sito Web, tra cui l’URL del sito, il nome del sito e il testo descrittivo.
  • Collegamenti da “Like” Sites. Google apprezza soprattutto i link da altri siti simili, siti di qualità che hanno già un alto page rank all’interno di Google. Ad esempio, se la vostra azienda ha partner o clienti che sono disposti a riportare un link dai loro siti web al vostro (con parole chiave appropriate nel testo del link, naturalmente), allora Google utilizzerà quei link per migliorare il PageRank di Google del vostro sito web.
  • Local Listings nei motori di ricerca. Google, Yahoo! e MSN consentono di elencare le informazioni aziendali, compreso l’URL del sito web, in una sezione speciale chiamata Local Listings. Approfittatene per aumentare il vostro page rank e il page listing.
  • L’uso di motori di ricerca più piccoli. Google, Yahoo! e MSN non sono gli unici motori di ricerca importanti. Esistono diversi motori di ricerca più piccoli che possono contribuire a migliorare gli annunci e il PageRank di Google. Inoltre, alcuni motori di ricerca più piccoli sono motori di ricerca specializzati che qualcuno può comunque raggiungere attraverso una ricerca Google, quindi sarebbe bene essere elencati in tali motori di ricerca specializzati.
  • Siti di presentazione degli articoli. Un altro modo per aumentare la visibilità e la quotazione del vostro sito Web è quello di pubblicare articoli e documenti di qualità sui vari siti di presentazione dei documenti. Questi siti pubblicheranno il vostro documento (approvato) sul loro sito, e di solito sarà raccolto da altri siti o blog alla ricerca di buoni contenuti. Il risultato è che da questi siti vengono creati diversi link che rimandano al vostro sito web. Di seguito è riportato un elenco parziale di piccoli motori di ricerca e link per la presentazione di articoli:
  • SearchWarp.com
  • SitesOnDisplay.com
  • SearchRamp.com
  • Mixcat.com
  • ExactSeek.com
  • Aesop.com
  • WebSquash.com
  • AllTheWebSites.org

Link di presentazione dell’articolo (#=Google PageRank al momento della scrittura)

Evoca queste cose.

    • Pagine web dinamiche. Non usatele se non siete assolutamente obbligati a farlo. I motori di ricerca hanno difficoltà a leggere le pagine dinamiche, quindi qualsiasi ottimizzazione delle parole chiave che potreste aver incluso nella pagina non servirà a nulla. Le pagine Web dinamiche vengono create “al volo” mentre un visitatore naviga da una pagina all’altra. Il contenuto delle pagine Web dinamiche viene solitamente memorizzato in un database e non viene caricato per la presentazione fino a quando il contenuto non viene richiesto. Le pagine Web dinamiche sono di solito identificate da caratteri di punteggiatura nella pagina URL:

.http://www.xxxxxx.com/Default.aspx?tabid=29.

In questo caso la pagina Web dinamica è identificata dalla scritta “?” nell’ultima parte dell’URL. Un altro evidente svantaggio delle pagine Web dinamiche è l’impossibilità di utilizzare una parola chiave nel nome della pagina e nell’URL. Le pagine dinamiche possono rendere più facile la manutenzione del sito Web, ma può significare rinunciare a un sito Web visibile dal motore di ricerca.

  • Telaio. Anche in questo caso, non usateli a meno che non abbiate un bisogno impellente di farlo. Qualsiasi contenuto contenuto contenuto all’interno del Content frame di una pagina Web è spesso invisibile ai motori di ricerca. I frame coinvolgono un file di una pagina Web (il frame Master) che carica il contenuto di un altro file Web in un altro frame (il frame Contenuto). Tutto ciò che il motore di ricerca vede è ciò che è contenuto nel frame Master, che di solito sono solo i meta-tag, il nome di un file banner e gli elementi di navigazione. Tutto ciò che è contenuto nel Content frame non viene visto perché non fa realmente parte del Master frame e del suo codice di base; il file di contenuto è solo referenziato dal Master frame. Con il bye, qualsiasi parola chiave o lavoro SEO che hai fatto va sprecato.
  • Link rotti. Assicuratevi che tutti i link sulle vostre pagine web funzionino correttamente. Ai motori di ricerca non piacciono i link rotti. Un link rotto è semplicemente un link che visualizza una “Pagina non disponibile” o qualche altro messaggio del genere. Il tuo rango di inserzionista verrà abbassato se gli spider dei motori di ricerca troveranno dei link rotti sulla tua pagina.
  • Collega le Fattorie. Non utilizzare fattorie di collegamento o schemi di condivisione di link. I motori di ricerca apprezzano molto i link da un sito simile a un sito simile; non amano i link da un sito non correlato a un sito non correlato. Il vostro ranking può essere abbassato se il vostro sito web fa parte di una link farm. Ecco cosa dice Google:

Gli schemi di collegamento spesso fanno più male che bene. Molti siti che pubblicizzano programmi di link-sharing non solo offrono poco valore, ma distribuiscono il vostro indirizzo e-mail senza il vostro permesso, con un conseguente aumento del volume di posta indesiderata.

L’estetica dell’ottimizzazione per i motori di ricerca

I motori di ricerca si preoccupano, premiano o penalizzano l’aspetto visivo o estetico del vostro sito web? In una parola, No. I siti Web brutti possono essere classificati come siti Web visivamente accattivanti o altamente creativi. In realtà, le tecniche di progettazione, gli strumenti, le utilità, i componenti e gli espedienti utilizzati da molti siti web di grande impatto visivo spesso impediscono a questi siti web di essere effettivamente spidocchiati, indicizzati o elencati. Quindi, quanta attenzione dovreste dare al fascino visivo del vostro sito web? Dipende. Se il vostro sito web illustra le vostre capacità artistiche, ad esempio per un artista, un musicista o un fotografo, allora dovreste assicurarvi che il vostro sito sia altamente estetico, e probabilmente dovrete fare qualche compromesso tra l’estetica e l’ottimizzazione dei motori di ricerca. Se il vostro sito Web è un sito di e-commerce, allora può essere in realtà piuttosto brutto e comunque efficace sia per quanto riguarda l’ottimizzazione dei motori di ricerca che l’interazione con l’utente. La maggior parte di noi, credo, vuole solo un sito web bello e attraente che piaccia anche ai motori di ricerca.

Dichiarazioni di cui diffidare

Alcune società di ottimizzazione dei motori di ricerca faranno forti affermazioni riguardo alla loro capacità di ottenere un’elevata quotazione del vostro sito web. Ad esempio, potrebbero affermare: “Noi portiamo il vostro sito web alla prima pagina”. Ecco cosa dice Google:

    • Nessuno può garantire un posizionamento al primo posto su Google.

Attenzione ai SEO che pretendono di garantire le classifiche, adducono un “rapporto speciale” con Google o pubblicizzano una “priorità di presentazione” a Google. Non esiste una priorità di invio per Google.

  • Qualche SEO può provare a venderti la possibilità di digitare parole chiave direttamente nella barra degli indirizzi del browser.

La maggior parte di tali proposte richiede agli utenti di installare software aggiuntivo, e pochissimi lo fanno. Valutate tali proposte con estrema attenzione e siate scettici sul numero di utenti che hanno scaricato le applicazioni richieste.

Tenete presente che esistono milioni di siti Web e che per ogni particolare termine di ricerca possono essere elencate decine di migliaia di siti Web. La maggior parte dei motori di ricerca visualizza solo 10 annunci per pagina, quindi non è possibile garantire che il vostro sito sia naturalmente tra i primi 10 o 20 annunci per un termine di ricerca importante. Cosa succederebbe se le aziende già inserite nei primi 20 siti web pagassero una società SEO per garantire un posizionamento tra i primi 20? Che cosa succederebbe? Detto questo, non tutto è perduto. Ad esempio, una società di contabilità con sede ad Arlington, Texas, potrebbe non essere in grado di apparire nei primi 20 annunci per il termine di ricerca “società di contabilità”, ma potrebbe avere buone possibilità di apparire nei primi dieci annunci per il termine di ricerca “Texas accounting firm”, o “Arlington accounting firm”, o “DFW accounting firm” o “church accounting firm”.

Altri possono rivendicare “Annunci garantiti per i motori di ricerca”. Capite che si tratta di una pretesa che nemmeno i motori di ricerca faranno senza biforcarsi su qualche bottino. Nessun motore di ricerca che io conosca garantisce che il vostro sito web sarà inserito nell’elenco (ad eccezione di quelli che accettano il pagamento per l’inserimento nell’elenco), quindi come può una società SEO fare questa richiesta? Non può. Tuttavia, la maggior parte dei siti Web sono alla fine elencati dai motori di ricerca gratuitamente. Le domande sono: Quanto tempo ci vuole? Dove appare il vostro sito Web nell’elenco? e Per quali termini di ricerca? Non fa davvero alcuna differenza se il vostro sito Web è elencato al numero uno per qualche oscuro termine di ricerca che può essere usato raramente o mai.

Secondo la mia esperienza personale, la maggior parte dei motori di ricerca trova un sito web ben progettato e ottimizzato per i motori di ricerca entro 72 ore da una presentazione gratuita. All’inizio potrebbe non essere elencato in modo esaustivo, ma è elencato.

Quindi cosa può davvero pretendere di fare un’azienda SEO per voi?

  • Possono valutare un sito Web esistente sulla base di pratiche, standard e tecniche SEO conosciute e approvate dai motori di ricerca e consigliarvi su come migliorare i contenuti SEO del vostro sito Web.
  • Possono creare siti web basati su pratiche, standard e tecniche SEO conosciute e approvate dai motori di ricerca.
  • Sono in grado di fornire servizi per voi come la ricerca di parole chiave, l’ottimizzazione del codice, la registrazione del dominio, l’invio di motori di ricerca, l’invio di articoli, la creazione di Google Sitemap, ecc.
  • Possono aiutarvi a creare campagne pay-per-click (PPC) adword che vi porteranno ad essere elencati nella prima, seconda o terza pagina degli annunci per specifici termini di ricerca. Basta tenere a mente che per parole chiave e frasi molto popolari, anche PPC può diventare piuttosto costoso. Ad esempio, per ottenere l’inserimento in Google Page 1 per la “scrittura tecnica” adword, ci si può aspettare di pagare 3,30 dollari a clic. Sulla base di una stima di 23-29 click al giorno, che è fino a $100,00 al giorno solo per le persone che cliccano sul tuo annuncio su Google.

Riassumendo

Stabilite aspettative realistiche per il vostro sito Web, ma impegnatevi a utilizzare pratiche, tecniche e standard validi, solidi e collaudati per migliorare l’efficacia dell’ottimizzazione del vostro sito Web sui motori di ricerca.

Se avete già un sito Web, non è troppo tardi per renderlo conforme al SEO. Potrebbe richiedere un po’ di lavoro, ma le potenziali ricompense potrebbero essere grandiose, soprattutto se avete bisogno di utilizzare il vostro sito Web come strumento di generazione di lead o di vendita.

Detto questo, non tutti i siti web hanno bisogno di essere ottimizzati. Alcuni siti Web sono destinati principalmente a servire i clienti esistenti, e non sono progettati per essere opuscoli elettronici o strumenti di vendita. Oppure, l’attività è strutturata in modo tale che un numero sufficiente di nuovi affari deriva da referenze piuttosto che dal marketing o da una presenza sul Web. In questi casi, i proprietari dovrebbero considerarsi fortunati.

Se la vostra azienda potrebbe trarre vantaggio dal SEO, non rimandatelo. È probabile che i vostri concorrenti non stiano fermi e sperano che voi esitiate ancora un po’.