Marketing Online: Monitoraggio e Test

0
430
search engine optimization, seo, marketing
Photo by geralt on Pixabay
search engine optimization, seo, marketing
Photo by geralt on Pixabay

Non tracciare e probabilmente fallirai

Il monitoraggio e i test non dovrebbero mai essere ignorati.

Se non siete stati nel marketing online per molto tempo, lasciate che vi riporti al periodo tra il 1999 e il 2003. A quei tempi, moltissimi marketer vendevano script di tracciamento, servizi di tracciamento o scrivevano su come tracciare in modo efficace e produrre materiale in tal senso per i loro clienti.

Passiamo velocemente ad oggi. Oggi vediamo a malapena qualcosa di scritto sul tracciamento. Perché? Perché è diventato quasi tutto automatico, talmente semplice da non richiedere più guide. Peccato però che il non parlarne tanto a volte lo fa dimenticare:

Comunque, quello che mi preoccupa è che c’è stato un enorme divario in cui nessuno parla molto di queste cose. Oltre a questo, non credo che molti marketer ne siano veramente a conoscenza. Se l’hanno fatto, non lo mostrano.

Ora vi propongo un accordo. Se passate cinque o dieci minuti al giorno fuori dalle vostre attività quotidiane generali per tracciare e testare, vedrete ricompense enormi e grandi guadagni.

Tutto quello che dovete fare è impostare un software di tracciamento per tenere traccia delle cifre e analizzarle spesso per fermare i vostri punti deboli. Questo è tutto. Questo è l’accordo. Un po’ del vostro tempo in cambio di un po’ di rapidi e netti progressi.

Un altro punto che non posso continuare a dire abbastanza, è che devi continuare a farlo. Non si può semplicemente tracciare e testare per un mese o due e poi fermarsi. Perché no? Perché le cose cambiano. Gli affari cambiano, le persone cambiano, le tendenze cambiano, i metodi diventano eccessivamente usati, cliché e inefficaci. Non ci si può permettere di rimanere indietro.

Infatti, se stai seguendo e testando correttamente, dovresti essere in grado di anticipare le tendenze.

Nel prosieguo di questo documento vi mostrerò quanto sia importante il tracciamento. E anche se sapete già tutto, potrebbe fornirvi un po’ di ispirazione e spronarvi ad entrare effettivamente nel tracciamento e nei test in modo efficace.

 

Tracciamento efficace per ottenere risultati reali, utilizzabili e non obsoleti

Passiamo a come tracciare correttamente il percorso. Molte persone non capiscono completamente questo concetto, e non capiscono nemmeno quello che finiscono per fare, ovvero:

·       nessun risultato,

·       una massa di risultati di cui non riescono a dare un senso

·       un piccolo numero di risultati facili da capire ma totalmente sbagliati.

Da dove iniziare? Direi, banalmente…dall’inizio, ovvero titoli, presentazioni, inviti all’azione, PS, audio, video, testimonianze, layout dei volantini, pagine web, sottotitoli, elenchi, evidenziazione, pagine di ringraziamento, pagine di pagamento, , abbonamenti, layout delle caselle di abbonamento, presentazione delle caselle di abbonamento, pagine di ingresso, generazione opportunità, affiliazioni, formazione, educazione, oggetto delle vostre mail, layout, html, testo, contenuti web based, tutti gli aspetti del processo di follow-up, vendite backend, vendite front end, prezzo, qualità del traffico, costo per visitatore, parole chiave, tempi di visita dipendenti dal contenuto, titoli o nomi dei prodotti, i vostri annunci, le vostre firme, le vostre presentazioni, il feedback dei clienti, e via discorrendo.

Detto in maniera più semplice, c’è sempre qualcosa da tracciare e testare. Se non stai almeno tenendo d’occhio le statistiche, allora temo che la tua attività stia andando a ritroso. Per questo motivo, è fondamentale cominciare a tracciare, tracciare, tracciare.

Come si fa esattamente a tracciare e testare in modo efficace? Prima di tutto, voglio assicurarmi che comprendiate che, in un breve periodo di tempo e con pochi visitatori, questa non è una scienza esatta.

Nulla scorrerà mai con perfetta regolarità. Una tecnica che vi ha fatto ottenere il 20% di vendite in più subito dopo l’implementazione potrebbe anche farvi perdere vendite a lungo termine.

Assicuratevi di ottenere una serie di statistiche decenti. Giudicare il vostro materiale di vendita con più di 100 visitatori non vi servirà a molto. Giudicarlo oltre 10.000 dovrebbe permettervi un risultato più accurato, e quel risultato continuerà ad essere sempre più accurato con il crescere dei visitatori. Questo vi permetterà anche di ignorare completamente qualsiasi problema che potrebbe sorgere a causa di anomalie e di calcolare la media dei vostri risultati.

In secondo luogo, testate una sola cosa alla volta. Se avete intenzione di cambiare la formulazione del vostro titolo per vedere se funziona meglio, allora preparate due pagine di vendita cambiando solo il titolo, due campagne pubblicitarie (ancora cambiando solo il titolo) e soprattutto due prodotti con i due titoli differenti.

Qualunque cosa facciate, non cambiate venti cose su una lettera di vendita (di nuovo, solo il titolo!), altrettante sul sito web, sulla pubblicità e così via. Certo, potreste vedere un netto aumento delle vendite, ma come farete a sapere cosa ha effettivamente impattato le vendite delle varie modifiche? Con un approccio Step-by-Step potete replicare in futuro ciò che avete fatto.

Nota: Per aiutarvi a fare questo lavoro, vi consiglio di usare il metodo dello split testing (vedremo nel prossimo paragrafo).

Tornando al discorso del monitoraggio, quando applicato alle due differenti versioni, vi permetterà di ottenere risultati molto più accurati, poiché il vostro traffico viene prelevato dallo stesso pool, eliminando le variabili che potrebbero effettivamente darvi risultati errati.

Quindi, tenete tutto. Fatevi una cartella di tracciamento. Ogni volta che testate qualcosa, registrate qui la vostra teoria prima del tracciamento, registrate le vostre statistiche, quante visite avete testato e, infine, qual è stato il risultato.

In questo modo, si può tornare indietro e testare di nuovo se ci si accorge che i tempi sono cambiati, o che una particolare tecnica è diventata troppo usata.

Tracciare e testare è semplice, non c’è niente di complesso. Cinque o dieci minuti al giorno, è tutto quello che serve come investimento in termini di tempo.

Investi nel tracciamento (e nello split test)

Come già detto, anche se il tracking e i test sono diventati così diffusi che nessuno ne scrive più, non ho ancora la sensazione che tutti lo facciano quotidianamente.

A malapena qualcuno con cui parlo si occupa di tracciamento e test, ed è chiaro che pochissimi dei miei affiliati lo prendono sul serio.

Facciamo ora qualche esempio. Supponiamo che tu abbia appena avviato la tua attività e che tu abbia due prodotti in vendita – uno a 19 euro e uno “a seguire”, un prodotto di qualità superiore a 99 euro.

Per il momento suppongo che non stiate monitorando e testando questi prodotti, solo per mostrarvi quanto potreste potenzialmente perdere se non lo faceste, mentre la vostra concorrenza, che chiameremo Mister X, sta monitorando e testando.

Il vostro sistema è ben progettato. Immaginate di vendere il vostro prodotto da 19 euro senza alcun profitto (date via il 100% di commissioni con l’obiettivo di costruire contatti e prospettive e vendere, in futuro, il prodotto da 99 euro). Non state tracciando e testano.

Mister X, tuttavia, con la stessa identica impostazione vostra ma facendo testing, scopre che una piccola modifica alla sua landing page originale aumenta le vendite del 10%.

Supponiamo che, senza alcun tracciamento, tu riesca a vendere 100 copie in un solo mese, e il 10% degli acquirenti acquista il prodotto successivo, quello dove si ottiene il 100% di profitto. Quindi sono 10 le persone che comprano il prodotto da 99 euro, cosa che vi permette di portare a casa 990 euro.

Mister X, d’altra parte, vende 110 copie del suo primo prodotto grazie alla tracciabilità e ai test, e continua a vendere 11 copie del suo prodotto premium e riesce a guadagnare 1.089 euro.

A dirla tutta, 99 euro in più non sembrano molto, ma già se proiettiamo su di un intero anno, la differenza diventa 99*12 = 1.188 euro.

Non importa se questi numeri vi sembrano alti o bassi, in realtà l’importo in euro non ha alcuna importanza, ma importa il fatto che Mister X con la sua tracciatura e i suoi test avrebbe potuto prendersi un intero mese di pausa e guadagnare comunque più di voi. Questo perché 1.188 euro sono più di 990 euro che voi guadagnate al mese!

Se poi proiettiamo i numeri su percentuali più alte, le cose diventano molto più interessanti. Supponiamo che ognuno di voi sia in attività da un anno e che abbiate cinque prodotti, ognuno dei quali guadagna 2.000 euro al mese. Senza monitoraggio e test, guadagnereste 10.000 euro al mese (120.000 all’anno).

Mister X, come al solito, applica il suo metodo di vendita con un aumento del 10% a tutti i suoi prodotti. Quindi guadagna 132.000 euro, ovvero 12.000 euro all’anno in più rispetto a voi, semplicemente perché ha deciso di tenere sotto controllo alcune statistiche per pochi minuti al giorno.

Ma c’è di più: e se il Mister X avesse lavorato sodo tutto l’anno e avesse effettivamente capito come raddoppiare le sue vendite con la tracciabilità e i test? Non è inconcepibile, e potrebbe sorprendervi scoprire che è davvero possibile farlo.

In soldoni, Mister X potrebbe banalmente raddoppiare i suoi guadagni rispetto al caso vostro. E soprattutto Mister X potrebbe deviare parte di quegli introiti come guadagno degli affiliati (ovvero vendere anche il suo prodotto premium tramite affiliazione). Questo porterebbe ad un incremento ulteriore delle vendite.

Ad esempio, dei 132.000 euro potrebbe destinare 12.000 euro alle affiliazioni, in termini di percentuali. Supponiamo che Mister X venda 150 copie del prodotto premium a 99 euro con una fee di affiliazione del 50% e che, come conseguenza, abbia un calo di vendite dirette (statistiche alla mano) di 50 copie (un terzo di quelle vendute tramite affilliazioni). La perdita sarebbe di 4.950 euro compensata da 7.425 euro guadagnati dai prodotti venduti in affiliazione (altrettanti li guadagnerebbero gli affiliati). Il guadagno netto sarebbe quindi di 2.475 euro

E non abbiamo ancora considerato le collaborazioni e la leva finanziaria che Mister X ora ha a disposizione che gli permetterà di crescere più rapidamente di voi. Con quel surplus di soldi potrebbe ingaggiare marketer per sviluppare meglio le landing page e attirare ancora più clienti…è un circolo vizioso.

Il punto è che non sta solo guadagnando più velocemente di voi con il suo monitoraggio e i suoi test. La sua attività ha il potere di crescere molto più velocemente: maggiore è la leva, maggiori sono le conoscenze, le vendite, i profitti, le entrate e le risorse in promozione.

Quindi, tracciare e testare non significa solo fare più soldi, più soldi, sempre più soldi. Si tratta di dare alla vostra attività la possibilità di crescere e di andare avanti a lungo termine.

Ogni singolo aspetto che tracciate e testate con successo e che aumenta le vostre vendite può essere applicato a tutti i vostri prodotti. Nel momento in cui applicherete un singolo aumento del 10% delle vendite a tutti i vostri prodotti, il vostro profitto salirà vertiginosamente. Non è poi così raro riuscire a raddoppiare le vendite con il monitoraggio e i test su più prodotti.

Andando ancora oltre, potreste aumentare il tasso di crescita della vostra lista e, a sua volta, aumentare le vendite. Potreste anche aumentare le vostre iscrizioni e le vostre vendite di affiliati e tenerne conto nell’equazione.

Se riuscite ad aumentare le vendite di uno dei vostri prodotti del dieci per cento nel breve termine, potreste potenzialmente aumentare il vostro profitto totale per l’anno del 100, 200, 500% o più.

Tutto ciò che fate ha effetti “a catena”. Più velocemente si sommano, più velocemente farete progressi.