Marketing online: La Struttura Base

0
323
Person writing on notebook
Photo by Lukas on Pexels
Blue click pen near white document papers on top of brown wooden table
Photo by PhotoMIX Company on Pexels

Per cominciare

Dov’eri sei mesi fa? Che aspetto aveva la sua attività? Quanto guadagnavi? Oggi siete seduti nella stessa poltrona, guardate lo stesso schermo, fate gli stessi lavori, lavorate agli stessi progetti? E un anno fa, o due anni fa? Avete fatto le stesse cose più e più volte per un lungo periodo di tempo?

 Il fatto è questo: se state davvero facendo gli stessi lavori da sei mesi, un anno o anche due anni, chiedetevi perché. Un punto che voglio sottolineare è che è risaputo che una percentuale massiccia di persone vuole fare progressi e andare verso il successo.

C’è solo una ragione per cui sei ancora qui, e se non stai facendo progressi è perché non stai prestando attenzione e agendo su ciò che viene detto. Non fraintendetemi, non vi sto dando del pigro, niente del genere. A volte siamo tutti bloccati in questo ciclo di lavoro senza fine su un particolare progetto, o continuiamo a lavorare a qualcosa più e più volte perché pensiamo che ci farà avere successo.

Quindi il punto è questo. Fermati subito, in questo preciso istante, e guarda te stesso e quello che stai facendo. Anzi, fatelo all’inizio e alla fine di ogni giornata. Hai fatto progressi? Se no, stai facendo qualcosa di sbagliato, cambia quello che stai facendo.

Chiunque siano i vostri modelli di marketing, hanno tutti i loro piccoli detti e frasi che usano per “imbrogliare” se stessi e per tenersi sotto controllo. Rubate queste frasi, usatele per voi stessi, ma qualsiasi cosa facciate, trovate una buona fonte di informazioni, abbandonate le cose che non funzionano e andate là fuori e iniziate a fare progressi, preferibilmente oggi stesso. A meno che non vogliate trovarvi esattamente nella stessa posizione l’anno prossimo. È tutto nelle vostre mani, e avete una sola possibilità.

Perché non iniziare in questo secondo? Il 90% di voi non lo farà, ma va bene, perché significa più profitto per chi al contrario…comincia. E ricorda, se non lo fai tu, lo farà qualcun altro.

Un passo alla volta

Una cosa da fare, o meglio tenere a mente, è evitare un errore che un po’ tutti, me personalmente, ho commesso letteralmente fin dal primo giorno: cercare di fare un milione di cose in una volta sola.

Il mio primo sito, perché è lì che ho imparato la maggior parte delle mie lezioni nel corso degli anni, è stato un sito di ballo che ha servito i clienti come nessun altro.  Era pieno di strumenti, ricco di script, oltre che di assistenza clienti dal vivo, guide, tutorial, recensioni e altro ancora.

E sapete una cosa?  Proprio quel sito non ha mai portato un profitto “decente”.  Avrei potuto assumere qualcuno per gestirlo al posto mio, ma invece ho pensato bene di chiuderlo.

Perché diavolo l’ho fatto?  Parecchi fruitori del sito hanno iniziato a protestare. La mia risposta è stata che ho imparato molto, e ora so che posso ancora offrire quel tipo di qualità, fare metà del lavoro, godermi la vita molto di più e fare molti più soldi.

Quindi ecco il mio consiglio direttamente da quello che ho imparato: a parte il fatto che non dovreste ascoltare le persone che non hanno idea di quello che state facendo e del perché lo state facendo (anche i vostri cari potrebbero inavvertitamente trattenervi, fatelo voi!  Non assumete lavoro più di quanto possiate sopportare.

Se vi trovate a lavorare a tutte le ore del mattino, se vi trovate a guardare l’orologio alle 2 del mattino quando tutti gli altri dormono o sono fuori a divertirsi, o a rilassarsi, state lavorando troppo a lungo.  Guardate quello che state facendo e chiedetevi: ne vale davvero la pena?  Non dal punto di vista dei vostri clienti, né dal punto di vista delle vostre famiglie, ma dal vostro.

Dopotutto, non stai mettendo tutto questo lavoro nella tua attività in modo che qualcun altro possa approfittare delle ricompense che stai lavorando duramente per rimediare?   Stai lavorando troppo duramente per troppo poco in cambio?  Conosco bene quella sensazione.

Se la risposta è sì, hai due possibilità.  La primaè quella di smettere.  Se non riesci a sopportare la pressione, lascia la prima linea.  Naturalmente questo significa rinunciare alle tue speranze e ai tuoi sogni per il futuro e lavorare fino a più di 67 anni.  La secondaè quella di cambiare quello che stai facendo.  Se significa qualcosa come fare delle pause più lunghe, o qualcosa di grande come ristrutturare l’intera azienda semplicemente per far sì che sia meno lavoro per voi, così sia.  Non puoi avere successo se non ci sei sempre al 100%.

Questo richiede molto a chiunque.  Se vi state chiedendo perché tutti gli altri hanno successo, lasciate che vi sveli un piccolo segreto: le persone di successo lavorano sodo per imparare ad avere successo.  Una volta imparato, lavorano in modo intelligente e iniziano a lavorare meno duramente e ad avere più successo.

È così che si capisce sempre che si sta salendo di livello: quando il carico di lavoro si alleggerisce, ma ti ritrovi ad avere più successo.  Allora hai spazio per imparare qualcosa di nuovo, per fare il passo successivo, per lavorare sodo, per imparare, per perfezionare, e di nuovo hai spazio per imparare qualcos’altro e così via.

Fate piano, un passo alla volta, e progredirete molto più velocemente rispetto al cercare di salire la scala facendo i gradini due alla volta, per non parlare del fatto che sarete molto meno stanchi nel farlo. L’ho visto in ogni fase dello sviluppo della mia attività.

Ogni singola persona di successo che conosco ne ha tenuto conto, lo ha messo in pratica, lo capisce, lo usa, e lo darebbe come un consiglio per il suo successo, se qualcuno glielo chiedesse. Non ho mai incontrato una persona di successo che non abbia avuto successo.

Non devi essere solo

Un altro consiglio che ho applicato sin dall’inizio e che vi riporto: se volete avere successo, dovete passare anni, o anche decenni in alcuni casi cercando di imparare tutto da soli basandosi sull’esperienza (molto costoso) o, potete scegliere qualcuno, e seguirlo, imparare da lui, copiarlo e imitarlo.

Ora, in superficie, sembra abbastanza facile, ma non è affatto così. Dobbiamo essere un po’ più intelligenti che cercare di imitare una persona di successo. Se non l’avete ancora capito, la maggior parte dei successi hanno molto in comune. Il modo in cui prendono le decisioni, gli atteggiamenti che hanno, il modo in cui affrontano il loro lavoro e così via.

Se stavi seguendo qualcuno che conosci, un amico o un membro della tua famiglia, puoi passare ore e ore con lui ogni giorno, forse anche l’intera giornata. In questo modo è molto facile capire cosa stanno facendo. Con gli affari, invece, le cose sono leggermente diverse.

A meno che non abbiate molto da spendere per assumere qualcuno che vi permetta di seguirli giorno per giorno, la vostra prossima scommessa migliore è quella di iscrivervi alle loro liste e acquistare i loro prodotti.

Il problema è che, per quanto possa sembrare bello, non fornisce un quadro preciso di ciò che accade dietro le quinte dell’attività di questa persona. Non è molto utile se si sta cercando di imparare tutto il possibile sul modo in cui fanno le cose. Illato positivo, tuttavia, è che alcuni aspetti si riflettono nelle liste. Sono i piccoli appunti personali e le informazioni privilegiate sulla loro attività che normalmente non rivelerebbero o di cui non farebbero un prodotto.

Ora torniamo a quello che ho detto un attimo fa sul fatto che i successi hanno molto in comune. Imparate ad approfittarne. Non limitatevi a seguire una persona, comprare i prodotti di una sola persona, e imparare da una sola persona. Iscrivetevi a dieci o quindici liste, comprate prodotti da dieci o quindici persone per saperne di più sulla loro attività.

Comincerà ad accadere qualcosa che nessuno che non abbia sperimentato questo può davvero immaginare fino a quando non l’avrà fatto. Invece di quell’immagine fittizia del business ideale che i marketer evocano nella loro mente, si comincia a costruire un quadro reale di ciò che serve per avere successo. Comincerete a capire quali decisioni prendono, come agiscono, come reagiscono, come presentano i loro prodotti e molto altro ancora.

Tutti i vari libri o articoli che ti dicono di imparare da qualcuno di successo sono in un certo senso corretti: quello che però trascurano di dirvi è che più si sa di più persone di successo, più si comincia a vedere e a seguire il modello di successo più ovvio, e si arriva ad evitare le anomalie o i falsi indicatori.

Scegliete dieci persone di successo nel vostro campo di competenza, iscrivetevi alle loro liste e state a guardare. Osservate il loro modo di fare affari e vedete cosa succede in pochi giorni. Capirete perché certi annunci funzionano, perché scrivono con il loro stile, cosa fanno per indurre le persone ad agire, con chi lavorano, chi evitano, chi evitano, chi evitano.

Troverete che la maggior parte di loro sono molto simili, il che è un bene per voi, perché rende incredibilmente facile trasformare completamente il vostro business in pochi giorni. Questo è facilmente nella top five delle cinque lezioni più preziose che ho imparato all’inizio, dove o non ho prestato alcuna attenzione, o non mi sono fatto un’idea abbastanza chiara prendendo i consigli di altri come fare i libri e seguendo solo una o due persone di successo.

Sentirsi stanchi

Questo è il punto cruciale. Lasciate che vi dica che quando ho iniziato la mia attività, ero fresco, eccitato, desideroso e pronto ad attaccare tutto con tutta la mia forza.

Questo va bene quando si inizia. Se però esageri, ti stancherai, ti annoierai, ti stancherai, ti annoierai, ti stancherai e non solo non ti sentirai di poter continuare al ritmo attuale, ma probabilmente scoprirai che il tuo lavoro non sarà all’altezza.

Hai mai provato quella sensazione di impazienza e di ansia mentre lavori? Come se avessi bisogno di avere successo in questo momento, proprio in questo momento. È fastidioso e frustrante che tu non lo sia, così ti metti a lavorare in modo incredibilmente duro a un ritmo vertiginoso per assicurarti che accada velocemente.

La gratificazione istantanea è una cosa che piace a tutti in questo periodo, e non c’è nessun problema, ma se ti senti di lavorare al punto da non voler più lavorare, o ti annoi e inizi a chiederti cosa stai facendo qui, devi fermarti e pensare.

Chiediti: perché lo sto facendo? Perché sto avviando un’attività? Perché non lavorare per qualcun altro per il resto della tua vita? Posso garantire che il 99% delle persone che stanno leggendo questo articolo in questo momento può rispondere così facilmente. Diranno per i soldi, per lo stile di vita, ma pensano un po’ più intensamente.

Ti colpisce quando ti dico che stai lavorando per un reddito per rendere la tua vita più piacevole, più facile, meno seccante e meno faticosa? Spendete soldi per cose che rendono la vostra vita meno faticosa, così avete più tempo per fare le cose che volete fare.

Pagate il mutuo in modo da avere meno preoccupazioni, comprate un’auto nuova che sia effettivamente affidabile e rilassante da guidare e che vi faccia sentire bene. Andate in vacanza ogni volta che volete ricaricare le batterie e vedere il mondo, provvedete alla vostra famiglia in modo da potervi prendere del tempo per rilassarvi.

Allora, se è così, perché lavorate arrivando al punto di stancarvi?

Io me ne sono accorto e ho preso degli accorgimenti. In particolare, se mi sentivo stanco, o affaticato, spegnevo il computer e smettevo di lavorare. Se guardavo l’orologio ed erano le 2 del mattino, se non stavo risolvendo un problema di server su un progetto live per i miei clienti, spegnevo il computer e andavo a letto. Se avevo sete, prendevo da bere.

Lo stesso vale per il cibo. Se un amico mi chiama e vuole uscire a bere qualcosa o a divertirsi un po’, lascio il lavoro e vado a divertirmi ogni volta che posso (cosa che non succede spesso con i non lavoratori autonomi a causa delle loro ore di lavoro). Se la schiena cominciava a farmi male dopo essere stato seduto per ore su una sedia, mi fermavo e andavo a rilassarmi.

Vedete dove voglio arrivare? So che sembra strano. I media e tutti questi uomini d’affari di successo parlano sempre di quanto sia duro il loro lavoro, e di come non sia così facile essere un lavoratore autonomo e gestire la propria attività. Ecco una notizia per voi: si sbagliano, o dicono il falso.

Perché i lavoratori autonomi sembrano sempre molto più sani di quelli che fanno gli straordinari 6 o anche 7 giorni alla settimana per i loro datori di lavoro? Di sicuro non è perché sono più sovraccarichi di lavoro e stressati dalla pressione e dal carico di lavoro.

Cominciate a ricaricare le batterie ora, in questo secondo, e guardate cosa succede.

Ti devi divertire

Questo punto segue direttamente i precedenti, e quello che considero l’aspetto più importante di qualsiasi cosa si scelga di fare, sia che si tratti di affari o meno, è divertirsi.

Sì, avete letto bene. Ma gli affari non devono essere divertenti, si suppone che siano un lavoro duro, ma gratificanti alla fine della giornata.

Se vi siete mai trovati seduti sulla vostra sedia davanti al computer e non siete almeno in grado di sentirvi un po’ positivi su quello che state facendo, smettetela di farlo. C’è sempre un altro modo di fare le cose.

Se vuoi arricchirti vendendo prodotti su Internet, è fantastico, ma scrivere per esempio sul business è per te interessante e soddisfacente? Se no, alzatevi e andatevene. Crea un prodotto per un mercato diverso che ti interessa.

C’è molto di più nel vendere prodotti online che insegnare alle persone come vendere prodotti online o unirsi a qualche opportunità di reddito sospetta.

Qualunque siano i vostri interessi, se siete bravi in quello che fate, è probabile che molte altre persone vorranno sapere cosa fate. Non fatevi ingannare dal fatto di pensare che il “fare soldi online” sia l’unica opzione redditizia. Lungi da ciò, infatti, ci sono modi molto più semplici per avere successo online vendendo prodotti a mercati molto meno saturi di questo.

Quindi chiedetevi: “Mi sto davvero godendo quello che sto facendo con la mia attività e la sua gestione quotidiana?” Se no, perché lo fai ancora? Potresti anche andare a lavorare per qualcun altro per il resto della tua vita e ottenere un reddito garantito. Senza il piacere e la soddisfazione di fare qualcosa che ci piace, è solo un altro lavoro con un reddito meno affidabile. Pensateci.

Se non ti piace quello che vedi, perché non cambiarlo subito? Potrebbe sembrare esagerato, ma noi abbandoniamo o integriamo il nostro lavoro con il profitto guadagnato dalla vendita di prodotti che creiamo con le nostre mani, fatti con nient’altro che un’idea e un foglio di carta bianco.

 Incrementa la produttività, al lavoro e a riposo

Questo suggerimento va di pari passo con un suggerimento precedente che ti ho dato sul fatto di non farti lavorare per ridicole quantità di tempo.

Nessuno merita di essere messo in quella posizione, come tutti sappiamo per esperienza, è faticoso e ti rovina l’intera giornata quando finisci troppo stanco per fare qualcos’altro (se non due giorni quando passi il tuo prossimo giorno libero per recuperare).

Ti suona familiare? Vi sedete, iniziate a lavorare, fate forse cinque o dieci minuti di scrittura o di pianificazione, poi andate a controllare le vostre e-mail. Una volta finito, ti ricordi di un brano musicale che hai sentito in TV l’altro giorno e ti chiedi cosa sia, quindi salti su Google e vai a fare la tua ricerca. Una volta finito, torni al lavoro e lavori per altri 10, 15 o 20 minuti.

Poi ti viene fame, quindi vai in cucina e inizi a cucinare qualcosa per te e ti fai un’idea della tv o ascolti qualcosa alla radio che ti interessa, quindi rimani per qualche minuto per vedere di cosa si tratta.

Quando hai finito, torni al lavoro per un altro quarto d’ora o giù di lì, finché il cibo non è pronto, quindi vai, prendi il cibo, mangi, guardi il tuo programma televisivo e ti rilassi un po’. Potete riordinare e poi tornare al lavoro per altri quindici o venti minuti.

A questo punto sarete probabilmente stanchi. Sai che hai lavorato sodo e ti sembra di aver lavorato tutto il giorno, ma non è così.

In realtà, hai fatto solo un terzo o un quarto di quanto avresti potuto fare. È una grande differenza, un terzo da solo significherebbe che potenzialmente hai lavorato un giorno su tre.

Quando si è così frettolosi, avendo a malapena il tempo di pensare, è fin troppo facile dimenticare di guardare se stessi e ciò che si sta facendo, notare dove stanno i problemi e correggere i propri errori.

Quindi il suggerimento è: lavorate sodo e giocate duro. Non cercate di mescolare le due cose.

Quando lavorate, lavorate duro, efficiente, veloce, fate lavoro di qualità, versateci dentro il vostro cuore e la vostra anima per un breve periodo, e poi fermatevi. Andate a giocare. Spegnete il computer e rilassatevi facendo qualcos’altro.

Attenzione: voi non siete in grado di accorgervene: vi serve qualcuno dall’esterno per dirvi come state lavorando: personalmente mi ero convinto di non farlo, ma dal momento in cui qualcuno me ne ha parlato, ho cominciato a sorprendermi in cucina, davanti alla tv, fermandomi per un’ora o due e così via.

Ero sempre stanco e affaticato, anche senza un lavoro a tempo pieno, quindi non riesco a immaginare come ci si possa sentire a fare entrambe le cose contemporaneamente. Nel momento in cui ne ho tenuto conto, ho lavorato quando lavoravo, giocato quando giocavo, mi sono trovato subito a lavorare di meno e a fare di più.

Anche altre persone se ne sono accorte. Avevo un aspetto molto migliore, ero meno brontolone, avevo più energia per fare quello che volevo e mi divertivo un po’, tanto per cambiare. Tutto questo semplicemente cambiando il mio modo di lavorare.

Guardatevi bene quando lavorate, perché io l’ho trascurato molte volte prima che si affondasse. Se questo suona come te, cambia il tuo modo di lavorare oggi e raccogli i frutti. Non dire a te stesso: “Oh beh, questo consiglio non vale per me, perché io non lo faccio“, guardati bene e sii brutalmente onesto con te stesso. Ti aiuterà immensamente.

D’altra parte, dopo aver lavorato così per un anno e mezzo, mi ci è voluto quasi un mese per vedere un cambiamento significativo, un ritorno ai livelli di energia che avevo quando ero piccolo e avevo solo un po’ di studio a casa di cui preoccuparmi. Non pensare di poter continuare così e prenderti un giorno di riposo per recuperare qua e là. Ci vuole molto più di un giorno per riprendersi dal duro lavoro.

Che senso ha sprecare un giorno in cui potresti goderti di più la vita lavorando di meno e apportando semplici cambiamenti al tuo modo di sviluppare la tua attività?

Questo è qualcosa che puoi iniziare oggi, proprio ora, ma ancora una volta, è nelle tue mani. Coglierai l’occasione o la lascerai sul tavolo per farla scattare a qualcun altro? Sta a voi decidere.

Concentrati

Sta cominciando a diventare una cosa regolare, e si applica a tutto ciò di cui sto scrivendo in quest’articolo.

Ancora una volta, è qualcosa che ho sperimentato personalmente e che mi ha aiutato molto, molto più di quanto avrei mai immaginato, perché all’epoca mi sembrava di poter pagare qualcun altro per fare qualcosa di più rilassante.

Parlo di diffondere se stessi in giro, non solo di mischiarsi con il proprio mercato, ma di sporcarsi le mani quando si tratta di creare i propri siti web, scrivere le lettere di vendita, installare script, gestire liste, gestire il servizio clienti, creare la propria grafica e simili.

Molti marketer con cui parlo esternalizzano molto, se non tutto, di quanto sopra, ma ovviamente questo costa denaro. A volte costa un sacco di soldi che alcune persone che hanno appena iniziato, semplicemente non hanno. Vi costerà anche molto tempo, soprattutto quando state imparando qualcosa di nuovo con cui non avete mai avuto esperienza.

Quindi ecco il mio consiglio. La prossima volta che mettete su un sito web, create un prodotto, o acquistate e installate uno script, fate tutto da soli. Installa gli script, costruisci la grafica, scrivi le lettere di vendita e gestisci direttamente le richieste del servizio clienti.

Questo è un metodo molto frainteso, perché quello che sentirete dire da molte persone di successo (non solo dai marketer) è di concentrarsi su una sola cosa. Non cercare di essere il “fante di tutti i mestieri”, perché finirai per diventare il padrone di nessuno. Se non riuscite a fare qualcosa, o volete risparmiare tempo e fatica, assumete qualcuno che lo faccia per voi.

In questo momento, va detto, io non seguo questo consiglio, in quanto faccio fare parecchie cose ad altri (la grafica, gli articoli…), ma allora perché faccio una cosa e ti dico di farne un’altra? Perché fare tutto da solo ha fatto parte del passaggio dalla mia vecchia attività iniziale a quella di un’azienda mostruosa che sto creando ora.

L’unico motivo per cui sto assumendo persone ora è letteralmente il fattore tempo, perché voglio passare più tempo a rilassarmi e a godermi la mia famiglia che a lavorare. Ma, e questo è un grande ma, so già come fare tutte queste cose. So come installare script, creare grafica, costruire siti web, scrivere lettere di vendita, vendere i miei prodotti, pubblicizzare i miei servizi, gestire le mie liste e altro ancora.

Tutto questo l’ho imparato con il primo sito che ho messo su, e una volta che sai come fare questo tipo di cose, ti dà una grande fiducia e ti permette di controllare il lavoro che dai fuori ad un estraneo.

Pensateci. E se avessi appena esternalizzato la mia lettera di vendita scrivendo a un copywriter di alto livello e facessi fare tutto il lavoro a loro al posto mio? Certo, avrei potuto vendere di più a breve termine, ma non avrei avuto le esperienze di apprendimento che ho avuto io, non saprei cosa eccita i miei clienti, non saprei come creare un legame con loro e far sì che comprino i miei prodotti e si iscrivano ai miei servizi.

Si potrebbe sostenere che non importa se si sta facendo fare il lavoro a qualcun altro, ma questo non è assolutamente corretto. E se volete cambiare i vostri prodotti, aggiungere un nuovo servizio, aggiungere alcuni bonus, aggiungere un prodotto backend, scrivere nuovi annunci, cambiare la vostra lettera di vendita, sperimentare un nuovo metodo che avete scoperto? Non puoi, a meno che non assumi qualcuno che lo faccia per te, semplicemente perché non avrai idea di quello che stai facendo.

Non perdete mai l’occasione di imparare qualcosa di nuovo

La storia è la stessa con gli script. E se non avessi imparato a installare, configurare e utilizzare gli script che fanno funzionare i miei siti web? Non posso contare il numero di volte che ho avuto bisogno di modificare o modificare i miei siti per farli funzionare esattamente come voglio che funzionino, o, cosa più importante, sistemarli quando qualcosa è andato storto.

Immaginate di dover aspettare tre giorni per un programmatore o un designer per risolvere un problema con il vostro sito quando state gestendo una vendita a fuoco, o di ricevere decine di migliaia di visite al lancio della vostra attività dopo esservi assicurati delle solide collaborazioni.

Sono decine di migliaia di dollari che potreste perdere perché non vi siete presi il tempo di imparare la complessità del vostro sito.

Quindi eccoci qui. La prossima volta che acquistate uno script, perché non seguite le istruzioni e cercate di farlo installare? Una volta che ne hai fatto uno, li hai fatti tutti. Create la vostra grafica, testate e tracciate le vostre lettere di vendita. Una volta che hai padroneggiato tutte queste cose, poi assumere qualcuno che lo faccia per voi per farvi risparmiare tempo, ma non prima, o la vostra azienda potrebbe essere fatta a pezzi da chi ha più esperienza di voi.

 Sii pigro e prospera

Non c’è niente di meglio che stare sdraiati a letto a riposare mentre il lavoro viene fatto per te, sapendo che ne raccoglierai i frutti quando ti sveglierai.

Ok, questo non è proprio dormire e fare il lavoro per te, ma è molto simile. Direi che questo deve essere il mio secondo consiglio preferito in questa sezione, perché è qualcosa che puoi iniziare a fare immediatamente, e non solo ne vedrai gli effetti, ma li sentirai anche tu, in quanto sei rilassato, quanta energia hai, e quanto il lavoro comincia a diventare facile.

Tanto per darvi un’idea di quanto questo abbia avuto un effetto su di me, scrivevo dalle venti alle trenta pagine al giorno prima di stancarmi. Sto scrivendo alcuni prodotti per la vendita di un nuovo prodotto mentre leggete questo. Ieri con questo metodo ho scritto quasi 90 pagine e mi sono fermato solo perché mi stava venendo fame.

Non stiamo parlando di qualche piccolo miglioramento, ma di tre volte l’efficienza. Completare qualcosa in un giorno che normalmente avrebbe richiesto tre giorni, lenti, noiosi, stancanti e laboriosi.

Ed ecco il metodo: questo è il mio metodo di scrittura “pigro” che ho iniziato ad usare quando ho scritto i primi articoli per il sito qualche anno fa. Ecco cosa facevo quando mi sedevo a lavorare su un grande blocco di testo, che si tratti di una guida, un tutorial, un libro o un primer per un prodotto audio o video.

Mi sedevo, prendevo un foglio di carta o un blocco note e scrivevo i titoli di tutti i capitoli che avrei trattato nel mio testo e la loro lunghezza approssimativa. Tornavo sui singoli titoli e cominciavo a scrivere. Dopo circa due ore di digitazione ininterrotta ero stanco, annoiato e non potevo più preoccuparmi di fare altro. Se non hai mai scritto prima, ti avverto in anticipo, è mentalmente faticoso.

 Quello che si è costretti a fare, in realtà, è pensare molto bene a quello che si dice. Concentratevi il più possibile su qualsiasi cosa per un lungo periodo e questo vi stancherà. È esattamente quello che è successo a me e di conseguenza la mia attività stava procedendo molto lentamente invece che alla velocità quasi inimmaginabile a cui si sta muovendo ora.

Ho iniziato a pensare già da un po’ di tempo a quanto sarebbe bello essere davvero rilassato quando scrivo, e non dover pensare a molto di più che a formare parole, ma ovviamente non è possibile. Beh, in realtà, si è rivelato molto possibile. Ecco come ho fatto. Ricordate quei titoli per ogni capitolo che ho scritto? Beh, come esperimento, li ho portati al livello successivo.

Ora, le basi della pianificazione che tutti noi abbiamo imparato a un certo punto o a un altro dicono che si annotano i titoli, e un paio di concetti generali sull’argomento che si sta per scrivere. Questo è quello che mi hanno insegnato: non fare troppa pianificazione, finiresti solo per dover scrivere l’intero documento due volte. Non avrebbero potuto sbagliarsi di più.

Per il mio esperimento con l’obiettivo di eliminare dal mio lavoro quanta più concentrazione possibile, ho deciso di andare contro il consiglio che mi era stato dato durante i miei anni di studio.

Ho preso il titolo di ogni singolo capitolo e l’ho scritto. Questa volta però, invece di annotare velocemente i punti salienti che volevo coprire in ogni capitolo, li ho scritti tutti.

Ogni singolo piccolo punto, ogni singola opinione, esperienza, storia e fatto che volevo mettere nel mio testo principale ho scritto due o tre parole come semplici concetti base.

Facendo questo per due ore, quello che mi è rimasto come risultato finale è stato un intero libro di 200 pagine pianificato, pronto davanti ai miei occhi. Tutto quello che dovevo fare era prendere i punti a cui avevo già pensato e trasformarli in frasi.

I miei vecchi professori avrebbero avuto un infarto se l’avessero visto all’epoca, perché il piano stesso era lungo quasi sei pagine, punto dopo punto, annotando ogni dettaglio intricato di ogni punto nel modo più breve possibile.

Cosa è successo quando sono andato a scrivere il libro? Semplice, ho scritto e dattilografato per tutto il giorno, quasi senza sosta per ore e ore. Alla fine della giornata, una doccia veloce e mi sentivo fresco come quando ho iniziato.

 Non c’era noia, non c’era stanchezza, né niente del genere. Non ho dovuto scavare a fondo e concentrarmi duramente per trovare qualcosa di buono da scrivere, oh no. Avevo già fatto tutto il lavoro. Era come guardare la televisione. Il mio cervello era solo sul lavoro, quasi a un passo dal dormire.

Ora pensavo che la qualità ne avrebbe sofferto, soprattutto quando mi sono seduto a fine giornata e mi sono accordo del numero di pagine che avevo scritto. È la qualità, non la quantità che cerchiamo qui, dopotutto.

Tuttavia, leggendo il risultato, il risultato è stato scioccante: il mio lavoro era di gran lunga superiore a quello che realizzavo prima di iniziare a usare questo metodo. Gli errori di ortografia erano quasi inesistenti, la mia grammatica era di gran lunga migliore, non mi perdevo mai o trascuravo di menzionare qualcosa per cui poi avrei dovuto cercare di trovare un posto (il che è sempre fastidioso come sono sicuro che hai già sperimentato in precedenza quando crei un testo).

Ho espresso i miei punti in modo molto più chiaro, ed è stato anche molto più interessante da leggere.

Ora non ho mai fatto corsi di scrittura avanzati o cose del genere, e ancora oggi non capisco come tutto, dall’ortografia alla presentazione, possa migliorare quando si pensa meno intensamente a quello che si sta facendo. Ho le mie teorie, ma non vi annoierò con loro.

So solo che funziona, ed è qualcosa che si può mettere in azione dal momento in cui si inizia la giornata di lavoro, fino alla fine della giornata di lavoro, aumenta l’efficienza tre volte, raddoppia la qualità, e ti fa sentire rilassato alla fine della giornata con un sacco di energia per andare a fare qualcos’altro. Roba piuttosto sorprendente, se me lo chiedete.

Questo è uno dei due metodi di questa sezione dell’articolo che vi esorto a prendere per la gola e ad approfittarne subito, oggi, o la prossima volta che iniziate a lavorare. Prenderete a calci i proprietari di aziende che non capiscono e ne farete uso fino all’oblio, e non sapranno cosa li ha colpiti, specialmente se si tratta della vostra concorrenza.

Aumenta la produttività, cambia te stesso e ciò che ti circonda

Questo sarà molto più difficile per alcuni lettori rispetto ad altri, ed è del tutto comprensibile, non preoccupatevi troppo.

Quello di cui sto parlando, è di riorganizzare l’ambiente circostante per soddisfare le esigenze non solo del vostro business, ma anche di voi stessi. Quindi tenete a mente che persone diverse saranno in grado di farlo in misura diversa. Non pensate che io mi aspetti che tutti cambino tutta la loro vita da un giorno all’altro. Realisticamente, so che non è così.

La maggior parte delle volte ci concentriamo così tanto sul lato commerciale delle cose, che dimentichiamo un’abilità che impariamo molto presto nella vita, ed è quella di guardare alla nostra situazione, a ciò che non va per la nostra strada, trovare il problema e poi risolverlo implementando una soluzione.

Il problema che abbiamo quando passiamo tutti al lavoro autonomo è quello che io chiamo “fluttuare”. Non c’è un ufficio concentrato, non ci sono persone intorno a te che lavorano come te, non ci sono orari prestabiliti e non c’è nessuno che ti urla contro quando esci dal seminato.

Per questo motivo, a volte è difficile concentrarsi. Quando si entra davvero in qualcosa, come quando si lavora, si entra in uno stato quasi di trance in cui si corre con l’autopilota e si fa il lavoro.

È quello che succede in classe quando sei a scuola, è quello che succede nelle lezioni quando sei al college o all’università ed è quello che succede quando entri nel mondo reale e ti trovi un lavoro. Non c’è da stupirsi che, per quanto si sappia di business, non siamo preparati a fare in modo che il lavoro che facciamo sia fatto secondo gli standard e con l’efficienza che si ottiene in un normale nove a cinque.

L’unico modo in cui possiamo capire cosa fare per aiutare noi stessi quando diventiamo lavoratori autonomi è sperimentare, osservare noi stessi e le nostre aziende e imparare man mano che andiamo avanti.

Il mio primo consiglio per voi è che dovete disconnettervi. Questo è il consiglio più importante che potrei mai dare a un lavoratore autonomo.

Quando hai finito di lavorare, spegni il computer e allontanati dal tuo posto di lavoro. Il tuo lavoro è finito, devi separarti da esso. Questo può essere incredibilmente difficile da fare se il vostro posto di lavoro si trova in una zona giorno, come la vostra camera da letto, il salotto o la sala da pranzo. Cosa succede quando finite di lavorare e cercate di rilassarvi un po’?

Il vostro computer è proprio lì a guardarvi in faccia. Come ogni imprenditore autonomo vi dirà, le nostre attività sono spesso in prima linea nella nostra mente. Cercare di rilassarsi o di dormire in uno spazio in cui la vostra postazione di lavoro è presente sarà dannoso per i vostri sforzi.

Di recente avete avuto bisogno di fare qualcosa di importante, eppure vi siete dimenticati di farlo perché avete finito per pensare alla vostra attività? Forse hai messo qualcosa su una superficie di lavoro, solo per ritrovarti a pensare alla tua attività mezz’ora dopo senza avere la minima idea di dove hai messo il tuo oggetto?

Forse i tuoi amici, la tua famiglia o i tuoi cari hanno notato che non sembri prestare più attenzione alle loro conversazioni come facevi prima di iniziare l’attività, o ti prendono più spesso in considerazione del solito.

Ecco perché è importante separare il vostro lavoro dal vostro relax. Se sei uno dei tanti imprenditori che hanno il computer in uno spazio abitativo o, peggio ancora, in una zona notte, cerca di convincere tua moglie o tuo marito ad aiutare ad arredare un’altra stanza e a trasformarla in uno studio, anche solo temporaneamente.

Vi aiuterà davvero a raggiungere il successo, molto più velocemente di quanto possa spiegarvi qui. Tutto, dal sentirsi meno stanchi, all’essere più attenti, più sicuri della propria attività, divertirsi di più, essere meno brontoloni (me lo dicevano spesso) o anche nei casi peggiori in cui si lavora in camera da letto, influenzando il sonno.

Cambia il modo in cui usi il tuo spazio di lavoro, e questo cambierà il tuo business e il tuo modo di lavorare e di sentirti in molti modi positivi, alcuni dei quali non ci penserai nemmeno fino a quando non l’avrai fatto davvero.

Passa a schermi grandi (o multipli) il prima possibile

So che probabilmente non vedete l’ora di avere il vostro prossimo successo commerciale in modo da poter andare in vacanza, pagare i debiti, fare shopping, aggiornare la vostra auto e simili. Non ti biasimo. La prima cosa che ho fatto, ad esempio quando ho avuto il mio primo successo commerciale è stato sostituire il mio vecchio monitor da 25″.

Voglio dire, il caso di buttarlo via è stato un bel colpo. Il contrasto non funzionava, lo schermo non era chiaro, e mi dava una fastidiosa fitta dietro l’occhio se lo fissavo troppo a lungo. Nel peggiore dei casi, mi dava un mal di testa noioso e palpitante che durava per tutto il giorno.

Ad ogni modo, ho deciso di procurarmi un nuovo e scintillante monitor da 49″, di quelli curvi.

Non è questo il mio punto principale. Comunque, sono appena passato da uno schermo da 25, comunque grande, ad uno da 49 pollici con risoluzione 4K (3840×1080). La cosa bella è che con quella risoluzione si possono mettere un sacco di cose sullo schermo, e mi sono ritrovato a fare due cose contemporaneamente. Scrivevo qualcosa mentre lasciavo la posta sull’altra metà dello schermo, oppure leggevo il mio browser web con un documento per appunti aperto nello spazio libero a cui facevo riferimento quando annotavo i miei progetti.

Allora mi è venuto in mente. Avevo appena avuto il mio primo incontro d’affari di successo, e un’area più ampia e visibile mi sta ovviamente facendo molto bene. Stavo risparmiando un sacco di tempo, dovevo a malapena arrivare al mouse e potevo fare due cose contemporaneamente.

Dal momento in cui ho aperto quella scatola e ho messo lo schermo sulla scrivania, ancora prima che fosse acceso, ho capito di aver commesso un terribile errore: avrei dovuto farlo molto prima.

Su di essi sono andati, e sapete una cosa, lungi dall’essere totalmente confusi come pensavo che sarebbero stati due schermi, mi stanno rendendo ancora più pigro. Posso testare i miei siti web su quattro browser contemporaneamente, posso leggere le mie lettere di vendita per lettera, posso annotare eventuali correzioni, modifiche o errori in un documento separato senza dover passare continuamente da uno all’altro.

E, nel frattempo, posso anche guardare le e-mail del mio servizio clienti che vengono abbattute da Outlook e vedere cosa mi dice il mio programmatore sui miei progetti – tutto allo stesso tempo.

Anche se questo può sembrare confusionario, vi assicuro che è ben lungi dall’esserlo. Aumenterà la vostra efficienza. Se questo significa che avrò sette giorni di lavoro in soli cinque giorni, così sia. Fa davvero una gran differenza.

È anche fantastico se sei nuovo in questo settore. Prima ho parlato delle distrazioni e di come ci si possa trovare sottratti al proprio lavoro e ritrovarsi sepolti in qualche sito web a caso su internet, se non si sta attenti.

Questo accade spesso quando si cambia attività con qualcos’altro. Ad esempio, passare dalla scrittura del libro al controllo della posta può comportare la perdita di ore di navigazione casuale. Non ti troverai in questo stato se puoi avere tutto aperto sugli stessi schermi nello stesso momento.

Quindi, qualsiasi cosa stiate facendo, sia che si tratti di un’unica attività, sia che si tratti di più imprese tutte allo stesso tempo, otterrete il più presto possibile più schermate e raccoglierete i frutti dell’aumento della vostra efficienza, in alcuni casi al punto di fare il doppio del lavoro che fareste senza di loro.

Una cosa è certa, non mi sorprenderai mai a cercare di lavorare efficacemente su un computer con meno di due schermi o uno gigante al giorno d’oggi. Mi rallenta troppo e aggiunge ore alla mia giornata lavorativa. Perché preoccuparsi quando potresti divertirti altrove con i tuoi amici e la tua famiglia, o semplicemente prenderti una pausa dal computer?

Strutturati per il successo

Questo è un consiglio veloce, perché non c’è molto da spiegare. Quello che voglio vedere brevemente è la struttura della vostra attività. Come state gestendo i vostri molteplici siti web, registrando i vostri risultati attraverso campagne di monitoraggio, scrivendo le vostre lettere di vendita, pianificando il vostro lavoro e creando i vostri prodotti?

La maggior parte delle persone che incontro ha una struttura oscenamente disorganizzata. I file qui, le cartelle lì, un po’ qui, un po’ lì. Non so come diavolo facciano a gestire i loro affari. Stranamente, nessuno di loro ha ancora raggiunto i propri obiettivi di business e molti di loro non si stanno affatto muovendo verso quel punto.

Abbiamo dimostrato il punto in varie altre sezioni. Più ci si organizza, anche a volte fino all’eccesso, più è facile tenere traccia del proprio business, e più è facile fare progressi e realizzare le proprie speranze per il futuro.

Quindi, se non l’avete già fatto, sarò breve: andate subito al vostro computer e create una cartella chiamata business. All’interno di quella cartella, create un’altra cartella per ogni nome di dominio che possedete. Qui è dove si possono memorizzare tutti i vostri html, le lettere di vendita, la grafica e i prodotti.

Inoltre, create una cartella di amministrazione. Qui è dove potete conservare i vostri nomi utente, le password, gli URL, gli indirizzi dei siti web, le voci del registro di sistema per Outlook, la grafica di cui avete acquistato i diritti, i dettagli di contatto del cliente, i backup degli elenchi e così via.

 Successivamente, create la cartella più importante di tutte: R&D (ricerca e sviluppo). Qui è dove andranno le vostre idee. Le idee ci saltano addosso da ogni direzione molte volte al giorno. Tenete a portata di mano un notebook ovunque andiate.

Raramente le idee iniziali sono le vostre idee migliori. Ecco perché è importante scriverle in modo da ricordarle, perché ciò che le segue potrebbe diventare il vostro prossimo grande vincitore.

Successivamente, create voi stessi una cartella delle risorse. Qui troverai tutte le tue guide, i libri acquistati, le motivazioni, i tutorial e simili per una rapida e facile consultazione.

Infine, create una cartella di monitoraggio. Qui è dove vuoi registrare tutti i tuoi dati di tracciamento, dalle statistiche, ai test di corsa suddivisi, alle lettere di vendita e agli esempi di annunci, a cosa ha funzionato, cosa non ha funzionato, perché, le tue previsioni, come e dove hai testato, le conclusioni e così via.

Semplicissimo. D’ora in poi, terrete tutto in quella cartella aziendale. Se un documento è legato al business, non dovrebbe essere da nessun’altra parte se non lì dentro. Fate un backup quotidiano, usatelo, e vedete quanto diventa più facile mantenere le cose organizzate e trovare i vostri file e le vostre cartelle in un lampo.

Assicuratevi anche di tenerlo in ordine. Questo è per le persone che hanno già un sistema del genere. Sconfigge l’oggetto e l’aumento di efficienza è totalmente perso, a meno che non lo manteniate immacolato come lo era quando l’avete realizzato la prima volta.

Agire per diventare, o viceversaziato a fare zzaloe dai fuori ad un estraneocchie cose ad altri (la grafica, gli articoli…)

Questo è probabilmente il suggerimento che più cambia la vita (e che cambia il business) che ho per voi in tutto questo corso. Inoltre, è probabilmente il più facile da realizzare e qualcosa che si può fare subito, subito.

Se c’è mai stata un’attività, un hobby, uno sport, una sfida di qualsiasi tipo che mi interessasse e in cui volessi diventare bravo, non ho mai fallito. A volte ci ho messo più tempo di altre persone, mi è costato di più, ho fatto più errori e ho dovuto imparare molte più lezioni dure di quelle che mi sono venute prima, ma non è un problema per me.

Posso dire con sicurezza che se voglio qualcosa e spetta a me impegnarmi per ottenerla, succederà. Non c’è dubbio. Ma sapete qual è il bello di questo particolare fatto? Ce ne sono due, a pensarci bene. La prima cosa è che sono una brava persona. Sono socievole, mi piace socializzare, aiutare le persone, trattare bene le altre persone. Sono amichevole, disponibile, tollerante e faccio del mio meglio per andare d’accordo con le persone, anche se abbiamo opinioni diverse.

Se voglio far capire il mio prossimo punto in modo efficace, dovete sapere subito che non tutte le persone di successo sono egoiste, intolleranti e che guardano le persone dall’alto in basso. Quello che sto per dirvi è piuttosto controverso per alcuni motivi, ma se c’è una cosa che dovete tenere a mente è che non importa quanto successo avrete, non deve cambiarvi come persona in modo negativo.

Ma quindi, qual è il suggerimento? Semplice: Voglio che tu “rubi” la personalità delle persone. Questa è una cosa che faccio da quando ero relativamente giovane, prima di lasciare la scuola, e ho attribuito il mio successo al fatto che posso plasmare e cambiare me stesso in qualcosa che voglio essere guardando le altre persone.

Non prendermi per il verso sbagliato, non sto cercando di cambiare ciò che sei come personalità di fondo. Ecco perché questo punto è così controverso, perché le persone fraintendono immediatamente e pensano che se lo fanno, si sveglieranno al mattino e non saranno più se stessi.

Pensaci però. Se non hai successo in questo momento, cosa significa?

 Significa che stai prendendo le decisioni sbagliate, ti stai mescolando con le persone sbagliate, sei nel posto sbagliato al momento sbagliato, o stai andando avanti in un modo che non ti porterà necessariamente dove vuoi essere.

Quindi come si risolve questo problema? Come si passa da una situazione di scarso a una situazione di massimo successo? Semplice, devi cambiare quello che stai facendo. Se continui a fare le stesse cose più e più volte, continuerai a ottenere gli stessi risultati.

Devi cambiare le tue abitudini, il modo in cui reagisci alle situazioni, la tua etica del lavoro, il modo in cui scrivi, il modo in cui commercializzi i tuoi prodotti, da chi impari e altro ancora. Ogni volta che impari qualcosa di nuovo da un libro, o da un tutorial, lo metti in azione e inizi a vederlo funzionare, sei cresciuto e sviluppato e, di fatto, sei cambiato.

Vedete, quando dico che dovreste “rubare” i tratti della personalità delle persone che volete essere come voi e integrarli nella vostra vita come se foste quella persona, è difficile da digerire, perché sembra che stiate cambiando ciò che siete.

Ma quando guardiamo a come devi cambiare, e in effetti cambi ogni volta che impari qualcosa di nuovo da un libro o da una guida e lo metti in pratica, è molto più facile da gestire, anche se in realtà è la stessa cosa.

Come si fa a condizionare se stessi e a integrare qualcosa che si impara da un libro, da una guida o da un tutorial nella propria routine quotidiana? Semplice, lo fai più e più volte fino a quando non diventa un’abitudine, cambiando di fatto il modo in cui ti comporti in certe situazioni.

Quindi, se conosci degli uomini d’affari di successo, chiediti in cosa queste persone sono diverse da te. Che tipo di decisioni prendono? Come scrivono? Come parlano?

Come fanno affari? Come agiscono?

Copialo, imitalo, assimilalo ed utilizzalo a tuo vantaggio. Una volta fatto questo, sarai libero di iniziare ad adattare il tuo stile. Non farti ingannare dal fatto che questo vale solo per gli affari.

Questo è qualcosa che ho iniziato a fare prima ancora di iniziare a lavorare. Una cosa è certa, però, è che sarei perso senza. Sono sempre io, ho appena sperimentato molte cose da molti punti di vista e prospettive diverse.

Un altro vantaggio è che l’ho fatto intenzionalmente. È bello poterlo dire. Mentre gli altri sono ciecamente influenzati dagli altri e dai media e poi negano che stia accadendo a loro, io lo accetto e lo incoraggio consapevolmente dandomi il potere di andare nella mia direzione e di mantenere il controllo.

Non abbiate paura del cambiamento. Non abbiate paura di diventare come qualcun altro quando lo fate, perché sarete sempre voi stessi. Le vostre opinioni possono cambiare, le vostre speranze per il futuro possono cambiare, ma non è sempre così quando si impara qualcosa di nuovo? Solo in questo caso, stai imparando portando con te metodi che hai visto avere successo.

Se non si può cambiare, non ci si può adattare. Se non riuscite ad adattarvi, sarete lasciati indietro, e se sarete lasciati indietro, allora sarà molto più difficile e più lento salire quella scala per raggiungere lo stile di vita che desiderate.

Vedi qualcuno con qualcosa che vuoi? Guardate come l’hanno ottenuto, integratelo nella vostra vita, e comincerete a vedere gli stessi risultati che hanno ottenuto loro, è semplice.

Ma non fermatevi neanche qui, andate oltre. Adattatelo e sviluppate il vostro stile. Avete sentito parlare dello studente che supera l’insegnante, vero? Beh, quando inizierai ad adattare ciò che hai imparato da diverse fonti e dalle tue esperienze, secondo la mia esperienza, avrai successo ben al di là di quegli individui da cui hai imparato originariamente. Incluso me.

Non l’ho mai visto accadere in nessun altro modo. Perché non iniziare ora? Rubate i tratti positivi a qualcuno che ha qualcosa che volete e guardate come cominciate a mietere gli stessi frutti, se non ricompense più grandi di loro.